About

Chi siamo? Da dove veniamo? Perché lo facciamo?


"Sei inguardabile." (N. Marcorè)

[Da leggersi con estrema serietà prima di un qualsiasi concerto]
Trio strumentale bolognese, si fondano nel Settembre del 2009, sotto l'unica e profonda ispirazione dell'Esserelà, protagonista indiscusso di ogni evento musicale e mondano, autore dei testi più introspettivi ed esperto conoscitore di musica bosniaca contemporanea. Suonavano un genere definito ProgRockJazzFusionFunkAcid , dal nome eterno per confondere lo spettatore e celare il fatto che, tutto sommato, suonano Progressive Rock. Il discreto ritardo con il quale il gruppo si è approcciato a tale stile li rende alieni in un qualsiasi contesto di giovini coetanei. Per questa ragione hanno deciso di fondare un nuovo genere, detto Pareidolic Progressive Rock . Grazie a questa geniale trovata pubblicitaria, il loro seguito è notevolmente diminuito. Perciò ora hanno deciso di suonare nuovamente ProgRockJazzFusionFunkAcid (che, tra l'altro, è molto più facile da ricordare).

Negli anni accumulano infiniti concerti, riscuotendo un unanime successo di pubblico, quando presente. Riescono persino a vincere due concorsi musicali: il primo, svoltosi nel ridente paesino di Castel Maggiore, li vede protagonisti di una demenziale intervista nella quale vengono erroneamente collocati nel fulgido panorama musicale della cittadina, collocazione che non riusciranno mai più a scrollarsi di dosso; il terzo ha luogo presso il Bravo Caffè, storico locale jazz di Bologna, che ospita il trio in tre occasioni, ognuna delle tre contreddistinta da una trerribile scelta di tre tremendi trevestimenti, semptre più estremi, tali da rendere il chitarrista sempre più simile ad un mocio vileda, il batterista a sua madre e il tastierista ad una meretrice dal dubbio gusto estetico.
 
Dopo lunghi lavori, a febbraio del 2015 pubblicano il loro primo album, Tuorl per l'etichetta discografica Joe Frassino Records.
 
Si divertono come matti. Pure l'Esserelà, anche se non sembra.
 
Alla batteria, Lorenzo "il Brenzo" Muggia.
 
Alla chitarra, Renato "l'Educato" Minguzzi.
 
Alla tastiera, Francesco "io Esco" Ciampolini.
 
A tutto il resto, l'Esserelà.
 
WAAAAAA...
[Boato del pubblico]